Category ArchiveServizi

Come configurare un router non marcato con operatore Fastweb

La velocità di internet a casa può dipendere molto sia dal router che dall’operatore: se hai acquistato un router direttamente dall’operatore di telefonia Fastweb, la configurazione del modem, allora, non è affatto un problema perché i router marcati sono già pre-configurati e pronti per essere utilizzati fin dal primo momento; se, invece, utilizzi un router diverso, ma desideri configurarlo con i parametri del tuo operatore Fastweb, questa guida potrebbe esserti di aiuto per capire come fare una configurazione del modem Fastweb.

Fasi preliminari per la configurazione del modem Fastweb

Prima di partire con la configurazione del modem, occorre ovviamente accertarsi di collegare il dispositivo in modo corretto alla presa telefonica e al computer (acceso) e verificare che si accenda correttamente la spia (generalmente di colore giallo o verde). Se invece, il router è senza fili (wireless), accertarsi solo che il PC sia connesso alla rete wi-fi verificando la presenza dell’icona wi-fi del proprio PC.

Come fare la configurazione del modem Fastweb

Per avviare la configurazione occorre accedere al pannello di controllo del router che solitamente parte in automatico per la procedura iniziale di configurazione. Qualora la procedura non dovesse partire in automatico, occorre avviarla manualmente individuando il tasto di partenza che può essere la voce “Configura”, “Wizard”, “Setup”.

Non preoccuparti! È solo una precauzione perché la procedura di configurazione parte da sola perché il sistema è in grado di individuare automaticamente i parametri necessari alla navigazione internet con Fastweb. In ogni caso, se ciò non dovesse accadere, segna i seguenti passaggi da fare:

  • Disattivare l’opzione del router Bridging/Modem Only;
  • Individuare nel pannello di controllo del router, la voce WAN e
  • Impostare il valore su DCHP o su Dynamic IP Address Internet Connection Type;
  • Impostare il calore VPI su 8
  • Impostare il parametro VCI su 36;
  • Scegliere la voce LLC per l’incapsulamento;
  • Impostare – se richiesto – la classe ATM su UBR.

In questo modo dovresti aver configurato il necessario per navigare con Fastweb. Per verificare che funzioni tutto per il meglio non resta che navigare in rete! Ricorda però che per navigare con Fastweb è necessario effettuare la verifica dei dati, attraverso la pagina di registrazione di Fastweb. La verifica dei dati si effettua online seguendo le istruzioni a video.

Se il router è wi-fi puoi impostare una password di accesso alla rete per garantire la tua sicurezza. Le password migliori sono quelle che utilizzano la chiave di tipo WAP2/AES, ossia password lunghe (+ di 8 caratteri) e senza senso compiuto alternando lettere a cifre.

Per non avere problemi di configurazione del modem Fastweb è sempre meglio utilizzare i modem dell’operatore, oppure scegliere tra quelli compatibili con Fastweb.

Il ruolo chiave del supporto tecnico nel noleggio impianti audio

Non è pensabile organizzare una conferenza, o un qualsiasi evento aziendale di una certa dimensione, senza occuparsi anche di organizzare il lato tecnico pensando all’installazione di impianti audio e video per le presentazioni. Se un’azienda organizza spesso avvenimenti del genere, può convenirle acquistare tutto il necessario, ma nel caso ben più frequente in cui se ne debba occupare soltanto sporadicamente è decisamente più vantaggioso, sotto molti aspetti, considerare l’opportunità di noleggiare le attrezzature, soprattutto orientandosi su un noleggio impianti audio e video con supporto tecnico.

Un tecnico esperto, infatti, dispone di tutte le competenze necessarie ad assicurare il funzionamento ottimale degli impianti audio e video – competenze diverse e variegate. Soprattutto se consultato anche prima della scelta degli impianti, infatti, saprà ad esempio fornire validi pareri su quali sono le attrezzature su cui orientarsi, in base al tipo di evento in questione e alla sede scelta per tenerlo. Valuterà la sala scelta, evidenzierà eventuali problemi di riverbero del suono, verificherà problemi di disturbo sui microfoni, e calcolerà i punti ideali dove disporre gli amplificatori per minimizzare l’eco e massimizzare l’esperienza acustica.

Naturalmente, oltre a queste azioni preliminari, sarà all’atto dell’effettiva messa in opera che la presenza di un supporto tecnico associato al noleggio audio e video darà i risultati più importanti. Non ci sarà bisogno di improvvisarsi esperti per configurare i sistemi di amplificazione, brancolando su quali siano le giuste impostazioni per farli funzionare al meglio, e sprecando quantità immani di tempo ed energie: con competenza ed esperienza, il tecnico saprà effettuare sia i collegamenti che le configurazioni dei sistemi in modo da far scorrere tutto al meglio durante l’evento, con una ricaduta positiva d’immagine che non va mai sottovalutata.

Conservazione sostitutiva: non è nulla di difficile!

Sia che lavoriate nel settore privato, sia che siate dipendenti pubblici, con grandissima probabilità in questi anni avrete sentito parlare di un sistema per la gestione dei documenti che ha un nome apparentemente complesso e misterioso: “conservazione sostitutiva”. Se il nome è però difficile, per fortuna l’idea è molto più semplice: passare dai documenti cartacei che normalmente utilizziamo ogni giorno nel nostro lavoro a delle loro versioni digitali, sia per quei documenti che possiamo direttamente realizzare in tale formato, sia per quelli che ancora, per qualsiasi motivo, nascono ancora in forma cartacea. Obiettivo di tutto questo, evidentemente, quello di rendere la gestione documentale un servizio comodo, e non un inferno di lentezza, inefficienza, costi sommersi e spazio sprecato.

Infatti la carta che invade i nostri uffici quotidianamente – qualsiasi lavoro facciamo – porta con sé dei costi diretti e dei costi indiretti, anche solo per il fatto di utilizzarla. Al prezzo della carta in costante aumento e a quello dei toner e degli inchiostri, facili almeno da calcolare, si uniscono infatti gli sprechi legati al tempo necessario per recuperare dall’archivio il documento che cerchiamo; quelli di spazio, chiari se pensiamo agli scaffali, o addirittura alle stanze intere, che devono essere dedicate alla pura conservazione di carte vecchie di dieci anni; e a quelli legati all’inefficienza di dover stampare lo stesso documento tre volte se deve esser visto da tre persone, magari per poi gettarlo via a fine giornata.

Tutto questo può essere annullato con l’acquisto di pochi scanner e di un software costruito apposta per un utilizzo semplice e immediato. Digitalizzando i documenti, non avremo più sprechi di spazio, avremo un archivio informatico che possiamo consultare letteralmente in pochi secondi, e senza carta in ufficio faremo un favore sia alle nostre tasche che all’ambiente!

www.datasis.it dal 1990 sviluppo software per la conservazione sostitutiva dei documenti.

I traslochi

C’è un momento nella vita di ognuno di noi, in cui sicuramente ci ritroveremo a dover cambiare casa, che sia per vivere da soli o per semplice trasferimento di luogo d’abitazione assieme a tutta la famiglia, ed ecco che ci ritroveremo a vivere il trasloco.

Traslocare è da sempre una grande fonte di stress e di difficoltà sia logistica che tempistica. Abbiamo infatti un sacco di cose a cui dover pensare, che siano gli imballaggi, il raggruppamento dei nostri effetti, lo smontamento e/o spostamento dei mobili, degli attrezzi, il caos e il disordine che vengono a generarsi…insomma: i traslochi non sono una cosa da prendere sottogamba, anzi tutt’altro.

I traslochi sono sicuramente un’operazione impegnativa, che richiede risorse, energie, tempo e anche denaro. Per questo motivo esistono aziende e imprese di traslochi atte ad aiutare in questa impresa cui sicuramente dovremo far fronte almeno una volta nella nostra vita.

Per i traslochi, è necessario innanzitutto aver bene in mente come organizzarsi, ovvero cosa imballare, quando farlo, dove metterlo, sistemare, pulire e smontare i mobili che si ha intenzione di portare con sé, il controllo di tutti gli effetti personali, la pulizia e l’ordine della casa (sia quella vecchia da cui ce ne andiamo, sia quella nuova in cui abbiamo intenzione di trasferirci con tutte le nostre cose) e come seconda cosa aver organizzato precedentemente le mosse da fare, le modalità, i tempi e i costi che si dovranno affrontare: in buona sostanza, è necessario avere fin da subito un buon ed efficace piano d’azione prima di intraprendere i traslochi.

Sembra semplice infatti, effettuare i traslochi, in realtà non è così semplice come sembra.
Mettendo per esempio caso che ci si debba trasferire da un azienda o un ufficio. Le cose già cambiano e si fanno parecchio diverse rispetto a i traslochi che riguardano le case.
Per affrontare questi traslochi occorrerà infatti rivolgersi a ditte ed imprese specializzate per il trasporto, la comodità, la sicurezza e la professionalità che ci si aspetta da un tipo di servizio come questo.

Per i traslochi serve inoltre una mano da parte di queste ditte anche per tutti quei compiti quali la piccola manutenzione, lo spostamento di arredi e impianti, le modifiche di layout degli spazi operativi o la gestione delle scorte di cancelleria e dei ricambi o complementi per gli arredi e le attrezzature ma non soltanto questo, anche per la manutenzione degli archivi e dei magazzini automatici, rotanti o compattabili, con possibilità di adeguarli alle normative vigenti.

I traslochi necessitano quindi di una imponentissima mole lavorativa e impegnativa. Le mobilie che dovranno essere smontate, imballate e trasportate, per esempio, necessitano per forza di un aiuto esterno e se non avessimo amici o terzi a cui chiedere una mano, saremmo inesorabilmente obbligati a far intervenire aziende e ditte mirate proprio ai trasferimenti, ritrovandoci a dover pagare un’ingente somma di denaro per quello che poteva essere un trasferimento veloce e indolore economicamente parlando, ma purtroppo è questo che significa e comporta la parola traslochi: sacrificio, fatica, dispendio di tempo, energie e denaro.