Dieta fai da te: ecco a cosa prestare attenzione

Diete fai da te: gli errori da evitare

Alzi la mano chi almeno una volta non ha provato a seguire una dieta fai da te e non ha ottenuto alcun risultato, anzi, in qualche caso invece di perdere peso, abbiamo messo su altri chili. Quando si decide di non rivolgersi ad un professionista sono tanti gli errori in cui possiamo incappare in maniera inconsapevole e per questo anziché dimagrire, ingrassiamo. Se avete deciso di cimentarvi in una dieta fai da te, ecco a cosa dovete prestare attenzione.

Mangiare poco a colazione

La colazione rappresenta uno dei pasti più importanti della giornata, per questo non va mai saltata. Questo pasto è in grado di fornire energie all'organismo dopo diverse ore di digiuno, quindi, è necessaria che sia adeguata. Spesso al mattino beviamo solo una tazza di caffè e scappiamo via, ma non c'è nulla di più sbagliato del non mangiare nulla. Saltare i pasti non fa dimagrire, ma rallenta il metabolismo e ci fa sentire più affamati al pasto successivo, ma cosa mangiare a colazione? Per un pasto sano ed equilibrato potete optare per una fetta di pane integrale o di segale con un po' di marmellata senza zuccheri aggiunti o per un vasetto di yogurt greco con cereali e una manciata di frutta secca per iniziare la giornata con il giusto sprint.

Sostituire la frutta con i succhi industriali

La frutta è ricca di macronutrienti e fibre vegetali che oltre ad essere fondamentali per mantenere in salute l'organismo, hanno anche un elevato potere saziante. Questo alimento in una dieta non deve mai mancare, ma bisogna anche tener conto che contiene zuccheri, per questo bisogna non esagerare, soprattutto in caso di uva, fichi e banane. Tuttavia, talvolta capita che la frutta venga sostituita con i succhi industriali che, anche quando sono 100% frutta, sono privi delle preziose sostanze contenute nel frutto intero. Per merenda, se si ha voglia di qualcosa di fresco e dissetante possiamo mangiare una fetta di anguria ad esempio che è costituita per maggior parte da acqua.

Non avere pazienza

Quando ci si mette a dieta è importante convincersi che ci vuole del tempo. Voler perdere 800g/1kg alla settimana è sbagliato e nessuna dieta dovrebbe permetterlo. Perdere peso troppo velocemente è malsano e controproducente in quanto si rischiano problemi di salute e gravi disturbi alimentari. Il metabolismo non va mai sforzato, anche perché, in questo caso, il recupero dei chili persi è imminenti e si possono avere degli scompensi.

Attenzione ai prodotti light

Quando acquistiamo dei prodotti con la dicitura light, pensiamo subito che si tratta di alimenti leggeri e adatti alla dieta. In realtà, anche se questi cibi potrebbero risultare poco calorici dal punto di vista energetico, la maggior parte sono anche privi di nutrienti e quindi di scarsa utilità. Fondamentale, quindi, è imparare a leggere le etichette e quindi non cascare nelle cosiddette trappole del marketing. Per fare un esempio, il termine light viene spesso utilizzato per i prodotti con pochi zuccheri, ma non è detto che questi contengano anche pochi grassi.

Eliminare i carboidrati

Da oggi non mangio più pane e pasta: quante volte avete sentito dire questa frase da chi vuole mettersi a dieta? Si tratta di una moda, un comportamento sbagliato che non solo non fa dimagrire, ma che comporta anche il rallentamento del metabolismo, la perdita di energia e di tessuto muscolare. I carboidrati, invece, vanno sempre inseriti all'interno di una corretta alimentazione in maniera equilibrata.

Non fare movimento

L'esercizio fisico è fondamentale quando si vuole perdere peso. Questo non significa strafare e andare in palestra tutti i giorni, basta anche cambiare le proprie abitudini quotidiane. Ad esempio, andare a lavoro a piedi o in bici, fare le scale piuttosto che prendere l'ascensore, parcheggiare un po' più lontano la macchina e sgranchirsi le gambe durante la pausa pranzo. Per far sì che la dieta fai da te funzioni è necessario anche fare un po' di movimento.